News16_05.jpg

Visita alla Raffineria Iplom della delegazione della Mongolia

16-05-2022

Giovedì 12 Maggio la IPLOM ha accolto la dott.ssa Altantseseg Dashdavaa, numero uno della Azienda Petrolifera Statale Mongola ed i quattro ingegneri suoi primi collaboratori nella costruzione della prima Raffineria, dedicata alla raffinazione del petrolio estratto dai giacimenti della Mongolia.
La nuova raffineria in Mongolia produrrà principalmente benzina e gasolio ed avrà una capacità ed una struttura di impianti simile a quella di IPLOM. 
La raffineria IPLOM è stata scelta per la visita anche perché  Maire KT ha costruito gli impianti più tecnologicamente complessi nel sito di Busalla circa dieci anni fa e dovrà costruire in Mongolia un impianto per la produzione di idrogeno. 
Presenti, oltre alla delegazione proveniente dalla Mogolia, Salvatore Bottino della Maire KT e Alberto e Aurelio Ferrucci della genovese società Prometheus, che dall’inizio del progetto mongolo agisce come consulente tecnico per il controllo della progettazione della società EIL, grande azienda dell’India, il paese che finanzia il progetto.
La raffineria di Sainshand è situata lungo la ferrovia che dalla Russia a Nord giunge alla capitale Ulan Bator e scende a Sud fino alla in Cina: è posizionata nel deserto del Gobi, quindi deve essere attrezzata per  sopportare tempeste di sabbia e temperature che vanno dai 45°C dell’estate ai -40°C dell’inverno.
La dottoressa Altantseseg ha molto apprezzato la calda accoglienza dell’ing. Valter Mantelli e dei suoi collaboratori per le informazioni fornite con grande apertura dai suoi tecnici sulla struttura organizzativa e la descrizione degli impianti, che ha voluto visitare accuratamente. È rimasta impressionata dell’elevato livello tecnologico ed in particolare dalla competenza tecnica e dalla attenzione e flessibilità che ha compreso essere necessaria per gestire con profitto investimenti di tale dimensione nel mutevole mercato energetico mondiale. Altantseseg Dashdavaa ha portato in dono tipici prodotti provenienti dalla Mongolia per quanti ha incontrato ed ha apprezzato l’atteggiamento aperto sperimentato nella sua visita in Italia, augurandosi ulteriori contatti e contributi per l’addestramento del suo personale in vista dell’avviamento della nuova raffineria.
Alla fine dell’impegnativa visita tutta la delegazione ha molto apprezzato la squisitezza dei prodotti della Fabbrica della Birra di Busalla.

Codice eticoVIMEO