Il fattore umano e l’attenzione ai lavoratori come persone  quale approccio  strategico ed  elemento fondamentale  su cui basare la resilienza delle organizzazioni per resistere alle crisi ed affrontare le sfide poste dal contesto in cui si opera.

Questo quanto è emerso dalle testimonianze delle aziende del settore petrolifero che hanno affrontato la pandemia Covid 19  senza interrompere le attività e garantendo la sicurezza di impianti ed infrastrutture, ma cogliendo le opportunità che si sono presentate in questi difficili momenti.

Smart working, termoscanner, test diagnostici : la tecnologia è sicuramente venuta in aiuto delle aziende, ma senza un’adeguata regia ed adozione di modelli organizzativi consapevoli non sarebbe stato possibile superare la crisi che ha colpito pesantemente il settore anche in termini economici legati al crollo dei prezzi, dei consumi e dei margini di raffinazione.

Il tutto senza dimenticarsi l’attenzione al  territorio e della collettività con lo sviluppo di inziative di sostegno articolate su  diverse linee di azione.

Di questo e molto altro si è dibattito nell’evento organizzato da UNEM (Unione Energie per la Mobilità) ed INAIL, un’altra occasione in cui la collaborazione istituzionale porta ad uno sviluppo dei settori industriali ed ad un importante stimolo ad implementare modelli di business continuity e crisis management.

Webinar 14.10.2020 (PDF)

Lo scorso 14 ottobre si è svolto il Webinar online organizzato da Inail e Unem dal titolo: “Resilienza organizzativa: come le organizzazioni industriali affrontano la crisi”