Gli scorsi 3 e 4 settembre si sono svolti gli incontri rivolti agli insegnanti comunali e statali organizzati dalla Protezione Civile del Comune di Genova presso il plesso scolastico di Borzoli.

Obiettivo delle giornate era quello di presentare la struttura Comunale e come si possono gestire gli eventi derivanti dalla presenza del deposito Seapad (proprietà 80% Eni 20% Iplom) situato a poche decine di metri in linea d’aria dall’Istituto scolastico.

La Dottoressa Fontanesi, geologo della Protezione Civile del Comune ha illustrato la struttura operativa, gli incarichi di competenza e come, in caso di incidente, operi l’Unità di Crisi comunale.

Ha poi introdotto il contributo di Iplom, gestore del deposito di Fegino. Per la tipologia di prodotto e la quantità stoccata, il deposito è
classificato, a Rischi di Incidente Rilevante, ma non per gli  scenari di
incidenti ipotizzabili i cui  effetti  sono tutti contenuti all’interno del
perimetro aziendale

. Come ha illustrato Gianfranco Peiretti Responsabile RSPP Iplom – portando ad esempio il caso di un non corretto allineamento di un tetto galleggiante di un serbatoio –  vengono adottate una serie di attività preventive e, nel caso incidentale, azioni attive di mitigazione e messa in sicurezza.

Ha completato l’esposizione formativa agli insegnanti, il Professor Alberto Izzotti Professore Ordinario all’Università di Genova in Mutagenesi Ambientale e Prevenzione del Cancro.

Affrontando il tema della tossicità dei prodotti che ci circondano il Professore ha evidenziato come l’Italia e più in generale l’Europa siano all’avanguardia nella prevenzione e controllo della salute dei cittadini.

Molta sorpresa fra i presenti quando più volte Izzotti ha sottolineato la grande responsabilità del fumo di sigaretta quale principale fonte di tumori rispetto anche al traffico e all’industria.

Nello specifico caso del petrolio il Professore ha ben spiegato la differenza fra il fastidio generato dalla puzza (che non crea alcun problema alla salute umana) rispetto ad altri composti leggeri e quindi volatili che più facilmente raggiungono i nostri polmoni e che, come tali, sono oggetto dello studio e del monitoraggio degli enti competenti.

Iplom incontra il plesso scolastico di Borzoli con la Protezione Civile del Comune di Genova