Per il secondo anno -dopo la pausa forzata del 2020 – la Raffineria di Busalla ha organizzato un evento nell’ambito del progetto: “Italia loves Sicurezza”  in data 30 Aprile.

 Italia Loves Sicurezza è un movimento di persone unite dalla stessa passione per salute e sicurezza.

È un network di uomini e donne che credono nella necessità di rivoluzionare il modo in cui questi temi sono comunicati e vissuti, adottando canali di comunicazione basati sulla partecipazione, sul coinvolgimento, sull’emozione.

È lo spazio dove gli Ambasciatori della Sicurezza si riuniscono, si confrontano e si mettono a disposizione gli uni degli altri per far circolare idee, strumenti, progetti e informazioni utili al cambiamento culturale. È un luogo di cooperazione e condivisione, con il solo obiettivo di raggiungere il fine comune della sicurezza.

Partendo dagli Obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, con gli eventi di quest’anno si vuole focalizzare l’attenzione al fatto che lo spazio, in questa agenda, dedicato alla sicurezza, in particolare alla sicurezza sul lavoro, è molto limitato: lo si menziona rapidamente, come sotto-obiettivo nell’ambito del lavoro dignitoso. Se consideriamo che, ancora nel 2020, in Italia sono stati denunciati all’Inail 554.340 infortuni sul lavorodi cui 1.270 con esito mortale, ci rendiamo conto di quanto sia importante tenere alti i riflettori anche su questo aspetto e, soprattutto, agire concretamente a livello culturale.

È per questo che il prossimo 28 aprile, in occasione della Giornata Mondiale per la Salute e Sicurezza e sul Lavoro, Fondazione LHS, con il sostegno del movimento Italia Loves Sicurezza, lancerà la campagna di comunicazione “Obiettivo 18”, che vuole simbolicamente aggiungere all’interno dell’Agenda 2030 un diciottesimo obiettivo, incentrato appunto sul tema della cultura della salute e sicurezza, sul lavoro e nella vita quotidiana. Il target finale, da raggiungere entro il 2030, è la riduzione del 50% degli incidenti sul lavoro, sulle strade e nelle nostre case.

Nello specifico l’evento Iplom sarà così articolato: Attraverso le testimonianza dei relatori si propongono ai partecipanti  spunti di riflessione sulla spinta motivazionale  e sulla reale capacità personale di mettersi in gioco per diventare un safety leader in grado di influenzare positivamente i propri collaboratori ed i colleghi di lavoro ad adottare e comportamenti virtuosi e mettere in pratica le buone prassi di prevenzione(safety rules) 

Iplom aderisce al programma “Italia loves Sicurezza – raggiungiamo l’Obiettivo 18”